Home > Casino venezia ca vendramin

Casino venezia ca vendramin

Casino venezia ca vendramin

Il testo è la traduzione dei versetti mediani del Salmo Antica Vulgata o dell'"incipit" del Salmo secondo la numerazione ebraica della Bibbia. Davanti all'ala seicentesca detta Ala bianca , a destra del blocco principale dell'edificio, il palazzo vanta un discreto giardino con vista sulle facciate antistanti, accessibile anche dal canale attraverso una cancellata i cui pilastri sono sovrastati da due grandi statue. Sul retro il palazzo presenta una piccola corte, chiusa su un lato da un muro di cinta, presso il quale, oltre a un elegante ingresso a tutto sesto sovrastato da timpano e da stemma, esternamente è affissa una lapide che ricorda che la morte di Wagner è avvenuta fra le mura del palazzo.

Internamente il palazzo presenta, al pian terreno, un corridoio interno detto portego, dal quale si accede allo scalone. In luogo degli antichi affreschi giorgionei che vi decoravano le pareti, oggi vi sono degli stucchi più recenti. Tale ambiente è realizzato in forma di T, in modo da essere più ristretto nella parte posteriore e poter godere di un'ampia veduta sul Canal Grande. Altre importanti sale, quella del Camino o quella dei Cuori d'oro, sono frutto di modifiche seicentesche. Una targa commemorativa sul muro di cinta in mattoni che dà sul Canal Grande, riporta l'iscrizione in versi del ricordo del poeta Gabriele d'Annunzio.

Nel i proprietari fecero ampliare l'ala destra del palazzo, coprendo parte del giardino e dando alla struttura l'attuale forma a L , su progetto di Vincenzo Scamozzi. I Vendramin divennero i nuovi proprietari e il palazzo prese il nome di queste due famiglie legate da parentela: Vendramin Calergi. Gli ultimi discendenti di tale famiglia, aventi cognome Lucchesi-Palli, lo vendettero al finanziere veneziano Giuseppe Volpi , conte di Misurata, che ne fu proprietario per un breve periodo di tempo, dal al Edificio disposto a L , Palazzo Vendramin presenta una delle più rappresentative facciate del Rinascimento veneziano , essendo un'interpretazione locale dell' albertiano Palazzo Rucellai a Firenze e dalla travata ritmica che Alberti aveva utilizzato a Mantova.

Il gioco architettonico crea un riuscito effetto per mezzo del contrasto di luci ed ombre. La facciata risulta composta di tre livelli, divisi da dei pronunciati marcapiani, a loro volta retti da semicolonne a ordini sovrapposti: Cinque ampie bifore, dal ritmo diseguale tre affiancate al centro, due più isolate ai lati , movimentano il prospetto di ciascun piano, dandogli l'aspetto di una loggia a due piani, che si rispecchia anche nel pian terreno, dove al posto della finestra centrale si trova il portale. Tali bifore sono derivate dalla fusione di due monofore a tutto sesto, a loro volta racchiuse da un semicerchio.

Tra le due si trova una finestrella circolare, che ricorda quelle periformi di Palazzo Corner Spinelli , da cui si distanzia per disegno. Sui pannelli sottodavanzale del basamento è inciso il motto dei Cavalieri templari dell'Ordo Templi Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam Non a noi, o Signore, non a noi, ma al tuo nome dà gloria. Il testo è la traduzione dei versetti mediani del Salmo Antica Vulgata o dell'"incipit" del Salmo secondo la numerazione ebraica della Bibbia.

Davanti all'ala seicentesca detta Ala bianca , a destra del blocco principale dell'edificio, il palazzo vanta un discreto giardino con vista sulle facciate antistanti, accessibile anche dal canale attraverso una cancellata i cui pilastri sono sovrastati da due grandi statue. Sul retro il palazzo presenta una piccola corte , chiusa su un lato da un muro di cinta, presso il quale, oltre a un elegante ingresso a tutto sesto sovrastato da timpano e da stemma, esternamente è affissa una lapide che ricorda che la morte di Wagner è avvenuta fra le mura del palazzo.

Internamente il palazzo presenta, al pian terreno, un corridoio interno detto portego , dal quale si accede allo scalone. In luogo degli antichi affreschi giorgionei che vi decoravano le pareti, oggi vi sono degli stucchi più recenti. Io ci provo,vediamo come va Casino' di Venezia Ca' Vendramin. Il Giardino dell'estate a Venezia! Ingresso Gratuito! More stories. Near Casino' di Venezia Ca' Vendramin. Doubleup Poker Club Sports club 4. Related Pages.

DressCode | Casinò di Venezia Gioco Spa

Lo stesso argomento in dettaglio: Casinò di Venezia. ma a palazzo Vendramin solo dal , quando il comune. Il Casinò di Venezia è stato fondato nel ed è riconosciuto come la casa da gioco più Le due sedi del Casinò di Venezia sono Ca' Vendramin Calergi, palazzo rinascimentale affacciato sul Canal Grande in pieno centro della città. Nelle sale da gioco di Ca' Vendramin Calergi giovedì 28 febbraio dalle ore Venerdì 8 marzo l'ingresso alla sede di Ca' Vendramin Calergi è gratuito per tutti. l piano nobile di Ca' Vendramin Calergi si propone come luogo ideale per eventi, ospita al secondo piano, le sale da gioco del Casinò municipale di Venezia. Il Casinò di Venezia è stato fondato nel ed è la più antica casa da gioco del mondo, e probabilmente anche la più bella e prestigiosa. Il cuore del Casinò di Venezia batte sul Canal Grande a Ca' Vendramin Calergi, il sofisticato teatro dei giochi più classici. Nato nel , il Casinò di Venezia si. Palazzo Ca' Vendramin Calergi è costituita da un pianterreno,con accesso acqueo dal Canal Grande,dal piano nobile,caratterizzato da un ampio salone.

Toplists